0

CERCAVO VIA VERDI.


“Mi scusi, per via Verdi?”
“Il Verdi del Rigoletto, di Otello, di Falstaff, di Aida e de la Traviata?”
Sgommo e lascio il dispersivo interlocutore sula marciapiede, con Un ballo in maschera appena abbozzato sulle labbra.
Mi arrangerò da solo.
Chi cerca, in genere, trova Il Trovatore.

0

PROVA COSTUME.


Il traffico della ciccia, più che altro, si condensa attorno alla pancia.
E poi ci sono dei fastidiosi cordoli ai fianchi.
Questo cavolo di costume ha perso capacità di capienza.
Sembra un cortume.

0

A BORDO DELLA OLIO DI MERLUZZO.


Da mozzo, mi facevo un incredibile mazzo.
Ramazzavo e stramazzavo.
Da poppa a prua, da prua a poppa.
E poi era un peschereccio fatto alla sua maniera.
A forma di grande cucchiaio.
Mai nessuno dell’equipaggio che osasse aprire bocca.
.

0

I PENSIERISMI…


… vanno e vengono.
In questo periodo, vanno.
Li vedo sciamare , senza lasciare traccia sullo spazio bianco.
Scemano.
Forse nella consapevolezza , del tutto legittima, di essere fondamentalmente scemi.

0

SCALANDO L’HIMALAYA.


Non è che imbattermi in quei quattro yeti mi abbia sorpreso più di quel tanto.
Sono piuttosto rimasto folgorato dalla loro destrezza nel giocare a briscola chiamata.
Si chiamavano anche durante la valanga.

0

BUDINO O BODINO?


E’ scoppiata una paurosa rissa fra le due fazioni inferocite.
Una colossale zuffa per la definizione di un termine ballonzolante.
Si pronuncia budino o bodino?
Alla fine, salomonicamente, l’arbitro si è affidato alla sorte, lanciando in aria il cucchiaino.