LEGGO.


” I grossi buoi andavano, la testa piegata sotto il giogo, verso i campi a passi così lenti che sembrava misurassero l’eternità”.
Ripongo il libro e rifletto.
Sul fatto che l’eternità, sempre così pomposa, si faccia dimensionare dal prosaico metodo del bovino ruminante .

Lascia un commento, se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...